RIPRESA…IN GIRO

Da giorni si parla di ripresa…Al momento pare che a non registrare battute d’arresto ci siano solo le difficoltà economiche di famiglie ed imprese. L’ennesimo bluff rappresentato dal Recovery Fund, «Il fondo che dovrà essere di entità adeguata, mirato ai settori e alle aree geografiche dell’Europa maggiormente colpiti e destinato a far fronte a questa …

PROVE TECNICHE DI ASSOLUTO CONTROLLO

La proclamazione dello stato di emergenza, funzionale a far cadere l’intera popolazione in preda alla fase di panico ed ansia, fa sì che questa accetti ed ingoi qualsiasi provvedimento calato dall’alto che, in altro momento e in diverso contesto, risulterebbe antipopolare suscitando malumori e contestazioni. In questo modo possono tranquillamente far passare il MES, riescono …

AUTOSTRADE PER L’ITALIA O PER I TEDESCHI?

Leggo le notizie di ieri e oggi circa l’imminente, ma ancora presunto, accordo da parte del Governo italiano con Autostrade per l’Italia. Si parla dell’acquisto di Allianz, il colosso tedesco delle Assicurazioni, della quota del 51% mentre il restante 49% di quote resterà ad Atlantia. Secondo alcune indiscrezioni le fonti sono attendibili nonostante il Governo …

STRANE COINCIDENZE DAL MINISTERO DELLA SALUTE

In data 8 novembre 2019 è stato firmato a Roma, tra Italia e Cina il seguente Protocollo: PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DEL PIANO D’AZIONE PER GLI ANNI 2019-2021 SULLA COOPERAZIONE SANITARIA TRA IL MINISTERO DELLA SALUTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA E LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA SALUTE DELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE Oltre a pubblicare, in PDF, l’intero …

INTERVISTA DI KULTURAEUROPA A PIERO PUSCHIAVO

Pubblico una mia intervista audioweb di Kulturaeuropa che attraverso il sito web www.kulturaeuropea.it sviluppa e promuove l’idea dell’Europa Nazione in continuità con la nostra storia….

NON “SPARATE” SU TUTTI I TEDESCHI

Mentre il marmotta Casini, uscito dal letargo, auspica una patrimoniale gli fa eco il pidiota Luigi Zanda che propone di dare in pegno gli immobili pubblici, fossero anche Montecitorio e Palazzo Chigi, se l’Unione Europea non ci aiuterà. Siamo al delirio!Apprendo poi, con un po’ di dispiacere, che un grande imprenditore come Paolo Fassa titolare …

PERCHÉ LA GERMANIA SÌ E L’ITALIA NO?

In questi ultimi giorni in molti si chiedono come la Germania abbia potuto agilmente annunciare un sostegno di circa 550 miliardi di euro mentre Conte è partito da misure da 20/25 miliardi. A parte le raffazzonate risposte di Calenda che come Marzullo a tarda notte si fa le domande e le risposte da solo, sorge …

GIRIAMO PAGINA E GUARDIAMO AL DOPO

Tutti stanno lavorando in affanno, ma pesano sempre la burocrazia e la mancanza di una Banca Centrale prestatore di ultima istanza, pronta a finanziare le misure improvvisamente necessarie. Ci sarà bisogno di liquidità. Possiamo attribuire alla Cassa Depositi e Prestiti (CDP) il ruolo di finanziatrice della spesa pubblica. Lo fa la Germania, la cui banca …